LIFESTYLE * BOOKS * BEAUTY

sabato 16 gennaio 2016

Libro: Qualcosa che somiglia al vero amore

Uno degli ultimi libri che ho letto è ambientato nella Ville Lumière, Parigi, città che ho visitato più una volta e che ogni volta mi lascia d'incanto.

L'ho acquistato attratta dalla copertina: una ragazza bionda vestita di azzurro che sorseggia qualcosa di caldo da una tazza e volge lo sguardo all'esterno, su un balconcino di ferro abbattuto, in un appartamento che si affaccia sul Sacro Cuore di Parigi

E poi il titolo Qualcosa che somiglia al vero amore che non trasmetteva nulla di speciale ma che ero sicura avrebbe portato qualcosa di buono.
L'autrice è italiana, Cristina Petit, insegnante di scuola primaria, al suo esordio come scrittrice di narrativa femminile.





Non avevo letto attentamente la trama, ero semplicemente attratta dal libro e l'ho acquistato. Sono felice di averlo fatto perché mi è piaciuto moltissimo. Non è un romanzo d'amore vero e proprio, anche se la storia d'amore c'è, è una storia di amicizia, di libri che intrecciano le vite dei personaggi che apprezzano le piccole cose che la vita può offrire.
Clémentine, la protagonista, è una giovane donna che, all'inizio del libro va a vivere in uno splendido appartamento ereditato da una parente. E' identico a quello che ha sempre sognato. Con lei traslocano anche i suoi migliaia di libri, perché Clementine oltre ad amare i libri, lavora con loro: aiuta i bambini di difficoltà con la libro-terapia.
Non dico altro, consiglio solo di leggerlo a chi ha voglia di immergersi in una magica storia parigina, che magica non è ma che con un po' di fantasia lo può diventare.

Nessun commento:

Posta un commento